Un boato di musica/2

Di come la crisi colpisca anche il mondo della musica ne ho gia’ parlato qui. Ora si puo’ aggiungere la vicenda di Zavvi, importante catena inglese che sta fallendo e chiudendo i suoi negozi (ieri sono passato davanti a quello nella via commerciale di Birmingham, una tristezza…). NME ne parla qui, contando anche quante persone perdono il lavoro. Rockol riprende la notizia inserendola nell’adeguato contesto storico, ma dei lavoratori non c’e’ traccia.

Due notizie, assolutamente collegabili, riguardano invece i Sex Pistols, che lo scrivente ha visto in concerto in una improbabile e molto imbarazzante performance all’ultimo Sziget di Budapest. La prima riguarda Johnny Rotten: fa piacere constatare che riesca bene ancora in almeno una delle attivita’ a cui si dedica: far vendere burro. Io pero’ compro questo, che e’ piu’ buono e piu’ leggero.

Un presunto spacciatore di Sid Vicious avrebbe invece dichiarato di non avere rimorsi. Ma la notizia e’ che a marzo uscira’ qua in Inghilterra un documentario (l’ennesimo) sui Sex Pistols: cerchero’ di darvene conto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: