Ve la racconta Valido

Prendete una ragazza sui 21, brutta. Ma brutta brutta. Che proprio ogni tanto ti sorprendi a fissarla che non ti capaciti di quanto è brutta.
E grezza. Ma grezza grezza. Tipo Floriana del Grande Fratello, per dire.
E infatti, la ragazza in questione va al Grande Fratello, e lo vince.
Fin qui tutto bene.

[…]

Io stavo resistendo. Avevo deciso che no, io di approfondire la storia di questa Jade Goody non ne avevo proprio voglia. Si, qualche spicciolo di informazione dai miei amici inglesi l’avevo avuta, si qualche titolone su quei giornalacci l’avevo letto anche io, soprattutto quando si e’ sposata (che proprio non si poteva evitare), ma resistevo. Poi, prima, me la sono trovata sul feed, in estrema sintesi, ben scritta, cattiva al punto giusto ma senza essere volgare. E non ho piu’ resistito.

update. Parlano, tra gli altri, di questa storia altri due inviati da Londra. Annalisa Piras, che tra le altre cose dice “Gli eroi della working class, erano i minatori, gli insegnanti, i sindacalisti. Non Jade Goody. Gli “entertainer’ della tradizione popolare inglese erano altri” e Marco Niada: “Jade Goody è riuscita a dimostrare come il vuoto pneumatico di idee, cultura e proposte possa comunque raggiungere livelli di celebrità da rasentare l’idolatria.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: