Cosa avete fatto a Solange?

Alla fine degli anni ’60 ed inizio dei ’70 a Londra c’era un discreto pullulare di troupe italiane. Tinto Brass, per esempio, fece tre film nella capitale inglese, prima del suo periodo erotico. Ma c’era anche Alberto Sordi, che nel 66 giro’ Fumo di Londra, e un onesto regista di film di serie B, Massimo Dallamano. Quest’ultimo partecipo’ all’emigrazione dei registi, con due film: Cosa avete fatto a Solange? e Si puo’ essere piu’ bastardi dell’ispettore Cliff?

Parliamo del primo, realizzato nel 1972, con Fabio Testi e Christine Galbo. Fabio Testi prima di dedicarsi a performance di questo genere era un grande attore, ed in questo film tira fuori tutta la sua bravura. La fotografia e’ firmata da quel genio che porta il nome di Aristide Massaccesi, meglio conosciuto come Joe D’Amato, mentre la musica e’ di Ennio Morricone. Per me un trio del genere potrebbe bastare a rendere il film quantomeno interessante. La prima parte pero’, stenta proprio a decollare. E’ la storia di una serie di omicidi a sfondo sessuale di fanciulle in fiore, tutte alunne di un colleggio cattolico inglese. C’e’ un maniaco nella scuola? Cosa nascondono le ragazzine uccise? Testi interpreta Enrico Rossini, uno degli insegnanti del colleggio, sposato con una collega tedesca ma che ha una relazione con una delle sue alunne. Niente di originale nella storia insomma, gia’ visto e sentito. Ma la seconda parte del film prende un ritmo decisamente migliore, e godersi Testi che comincia ad indagare sugli omicidi con quel suo piglio unico da Clint Eastwood italiano e’ davvero un piacere. Piuttosto divertente e’ anche l’inglese maccheronico che sciorina l’attore italiano. Le ultime scene poi, piene di mistero e della suspance, non hanno nulla da invidiare ai migliori film del genere. Insomma, su amazon si puo’ comprare per pochi euro un’ottimo dvd, ne vale proprio la pena.

Visto che si parla di gialli, segnalo anche questo bellissimo sito, curato da un appassionato che compra e mette on-line fotografie locandine di gialli. Naturalmente, c’e’ anche quella del film di Dallamano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: