la fila?

Pizzeria a taglio vicino piazza Adriana, Roma.

Prendo un pezzetto di pizza, c’e’ un po’ di gente, ma non troppa. Sulla mia sinistra, appena finito il mio ordine, si incunea un uomo di mezza eta’, dai lineamentei asiatici. Nel frattempo la ragazza dietro al bancone serve un’altra persona. Il tizio che sembra asiatico prende una lattina dal frigo, e chiede il prezzo. La ragazza (rumena, credo) risponde, senza fermare il suo lavoro di taglia pizza e metti sul vassoio. Da dietro sento un ragazzo, un po’ coatto, che apostrofa l’uomo dicendo “E che nun ce lo sai che in Italia si fa la fila?”. Il tizio borbotta qualcosa come risposta. Esco un po’ schifato, penso al razzismo – magari leggero, ma sempre razzismo – cosi’ diffuso in Italia. Poi, appena fuori la pizzeria, rifletto su quello che il coatto ha detto…la fila? in Italia? a Roma? cioe’, ma con tutte le cose che poteva dirgli, da “muso giallo di merda” a “tornatene a casa tua”, parla della fila, cosa quasi sconosciuta qua?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: