Il notturno

Qualche settimana fa sono andato a Torino con il treno notturno. Ci vogliono circa otto ore partendo da Roma. Una volta viaggiavo piu’ spesso con i treni notturni, ora mi capita raramente. Non ho modo quindi di osservare spesso il notevole campionario di essere umani che c’e’ su questi treni. L’ultima volta sono capitato in uno scompartimento con un mio conoscente critico cinematografico che parla molto, una ragazza abbastanza spaesata e spaventata, un tizio italiano con un’aria incredibilmente losca, sguardo di fuoco e poche parole, un nero molto incazzato con chiunque parlasse e soprattutto un tizio di chiare origini sudamericane completamente sbronzo che e’ andato in bagno (cosi’ diceva) quando il treno era partito da venti secondi ed e’ tornato, accompagnato dal controllore, all’altezza di Genova, con tutto il suo carico di puzza d’alcool e l’aria da Spugna sudamericano.

Perché invece mi sono perso il lato buono della faccenda? Sara’ che Termini e’ peggio di Tiburtina?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: