Romania #1 – Approssimativo

Tra le tante cose che ho letto sulla Romania ce ne sono due che mi sono accorto subito essere assolutamente vere: i tassinari ladri e i cani randagi. All’aereporto di Baneasa, il secondo della citta’, grande piu’ o meno come una stazione del treno di una qualche cittadina di periferia italiana, si viene assaltati da una mole assurda di tassinari che cercano di proporsi per accompagnarti dove devi andare. I piu’ cari mi hanno chiesto anche 40 euro per una corsa che ho poi pagato 10. I cani randagi erano ed in parte sono una piaga della citta’, e mi e’ bastato camminare in un quartiere non centralissimo per 10 minuti per averne la riprova: la maggior parte non sono pericolosi, ma certo non e’ proprio il meglio per uno che e’ cresciuto con la paura dei cani.

La casa dove alloggio e’ in uno splendido quartiere residenziale piuttosto ricco, zona di istituti culturali, ambasciate, non lontano dall’Arco di Trionfo. Eppure qui in giro e’ pieno di deliziose villette semi abbandonate, e molte strade e case sono in ristrutturazione: c’e’ come un senso di provvisorio, sembra tutto un po’ approssimativo, e certo la pioggerella che cade costante non fa che aumentare quest’impressione.  

Il tema di questi giorni in Romania sono le elezioni, un grande rebus politico dai contorni ancora assolutamente confusi. Avro’ modo di scriverne con calma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: