La mia cinquina 2010

Un Prophète, Jacques Audiard
Away we go, Sam Mendes
Somewhere, Sofia Coppola
The Town, Ben Affleck
Toy Story 3, Lee Unkrich

I primi due sono arrivati in Italia con un certo ritardo, sarebbero film del 2009.

La mia menzione speciale va a quei pochi minuti, drammatici e con il fiato sospeso, dalla parata poco ortodossa di Luis Suarez al tiro di Asamoah Gyan che si stampa sulla traversa, lasciando un continente intero ad un passo dal sogno. Parlo naturalmente di Uruguay-Ghana, ai mondiali in Sudafrica. Il video è qui.

Altri: Des hommes et des dieux, Avatar, Invictus, Inception, tutto sommato anche Le Refuge.

Capitolo Italia: La prima cosa bella mi ha quasi commosso. La bocca del lupo, visto a Bimbi Belli, mi è piaciuto molto e lo “condivido”, ma ho pensato che mi mancava qualcosa: il dibattito seguito al film ha rafforzato la sensazione. La bellezza del somaro mi ha piacevolmente stupito. Benvenuti al sud è cinema popolare italiano che incassa senza essere un cinepanettone: è uno dei film del 2010 da ricordare.

Anno in cui non ho visto molto – tra gli altri che penso potrebbero piacermi/dicono bene persone di cui mi fido, i nuovi Frammentino e Martone, ma anche Wakamatsu, Kelly Reichard, Godard, Assayas, Weerasethankul, Scorsese, Ozon (Potiche).

Romanzo Criminale 2 è un capolavoro. Seize the time è finalmente uscito in dvd. Monicelli non c’è più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: