«Con la dottrina del multiculturalismo di stato abbiamo incoraggiato culture differenti a vivere vite differenti»

Nel 2005-06 vivevo a Birmingham, che sarebbe la seconda città inglese per numero di abitanti, e fin da subito ho avuto l’impressione che fosse una città fatta di ghetti: nero, bianco, asiatico, quello degli studenti, il centro (molto poco storico) con centri commerciali, negozi e uffici praticamente chiuso dalle 20, a parte l’area (leggasi ghetto) dei locali notturni. Londra è diversa, ma qua e là ha degli aspetti così (Severgnini dice «Mentre Londra spendeva e brillava, nel resto del Paese molti staccavano la spina»). Quando tornavo a casa (in Italia) e sentivo qualcuno che magnificava l’integrazione inglese ho sempre avuto dei dubbi, ma certo non sono un esperto dell’argomento e alla fine le mie impressioni erano prive di appigli di un certo spessore. Adesso, sempre da inesperto, leggo che David Cameron ha detto più o meno che «Con la dottrina del multiculturalismo di stato abbiamo incoraggiato culture differenti a vivere vite differenti, separate l’una dall’altra e da quella maggioritaria. Abbiamo fallito, non siamo riusciti a fornire una visione della società in grado da far desiderare loro di appartenervi». Insomma, secondo Cameron le cose non vanno proprio come dovrebbero. Vero o no, in ogni caso dovremmo rifletterci, anche per il futuro di queste cose qua in Italia.

Annunci

2 responses to “«Con la dottrina del multiculturalismo di stato abbiamo incoraggiato culture differenti a vivere vite differenti»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: